Una valida alternativa per rigenerare i tessuti molli perimplantari

Una valida alternativa per rigenerare i tessuti molli perimplantari

 

I tessuti molli perimplantari possono avere un ruolo critico nel prevenire le infiammazioni e nel promuovere la stabilità del margine gengivale. Lo scopo dello studio clinico randomizzato controllato  (RCT) di Cairo e colleghi (2017) era quello di confrontare una matrice in collagene eterologo (XCM) con l’innesto di tessuto connettivo (CTG) nell’aumento dello spessore del tessuto molle vestibolare su siti implantari.

Materiali e metodi:
L’aumento dei tessuti molli con XCM (test) o CTG (controllo) è stato realizzato su 60 impianti in 60 pazienti nel momento della scopertura degli impianti. Le misure sono state eseguite da un esaminatore in cieco al momento iniziale, e poi a 3 e 6 mesi di distanza. I risultati includevano lo spessore del tessuto molle vestibolare (GT), il tessuto cheratinizzato apico-coronale (KT), il tempo alla poltrona e il discomfort post-operatorio.
Una scala analogica visuale (VAS) è stata adottata per valutare la soddisfazione del paziente.

Risultati:
Dopo 6 mesi, l’aumento finale di GT era pari a 0.9 ± 0.2 nel gruppo XCM e 1.2 ± 0.3 mm nel gruppo CTG, con una differenza significative nel gruppo di controllo (0.3 mm; p=0.0001). Entrambe le procedure hanno prodotto una quantità finale di KT simile e le differenze tra i trattamenti non erano significative. XCM era associata con una riduzione significative del tempo alla poltrona (p<0.0001), minore dolore post-operatorio (p<0.0001), minore consumo di antidolorifici (p<0.0001) e maggiore soddisfazione finale rispetto a CTG (p=0.0195).

Conclusioni:
CTG è stato più efficace di XCM nell’aumento dello spessore del tessuto molle vestibolare perimplantare.

Rilevanza clinica:
Razionale scientifico: Dati recenti hanno mostrato che il volume del tessuto molle potrebbe essere importante nella prevenzione delle infiammazioni gengivali e nel migliorare la stabilità della mucosa perimplantare. L’effetto delle procedure di aumento del tessuto molle attorno a siti implantari, con l’uso della matrice in collagene eterologo o innesto di tessuto connettivo, è scarsamente analizzato in studi RCT.

Risultati principali: Il CTG ha ottenuto uno spesso del tessuto molle vestibolare maggiore di XCM, Entrambe le procedure hanno raggiunto un KT apico-coronale finale comparabile. XCM era associata a risultati significativamente migliori secondo i riscontri dei pazienti, comportando anche inferiore dolore post-operatorio e maggiore soddisfazione finale rispetto a CTG.

Implicazioni pratiche: CTG dovrebbe essere scelto quando lo scopo primario è l’aumento dello spessore del tessuto molle vestibolare. XCM è un’alternativa efficace nei casi in cui la riduzione della morbilità del paziente è obiettivo principale della terapia.

Cairo F, Barbato L, Tonelli P, Batalocco G, Pagavino G, Nieri M. Xenogeneic Collagen Matrix versus Connective Tissue Graft for buccal soft tissue augmentation at implant site. A randomized, controlled clinical trial. J Clin Periodontol. 2017 May 26